In questi anni il nostro impiego in emergenze, manifestazioni e corsi di formazione è aumentato sempre più.

Fondamentale per questa crescita è stato il tempo che I nostri volontari hanno dedicato alla formazione pratica e teorica.

La collaborazione con altre Associazioni, Enti Pubblici, Forze dell'’ordine, ci hanno permesso di poter gestire meglio e più velocemente le situazioni di emergenza.


Grazie a tutti coloro che hanno creduto in questo progetto....


Aquila_047






 

Ultimi Interventi di Emergenza....



2 – 5 FEBBRAIO 2012

Emergenza neve e gelo:

In queste giornate sono cadute circa 50 cm. di neve, squadre di Volontari sono state attivate come previsto dal piano neve comunale per svolgere attività di controllo viabilità stradale, coordinamento sgombero neve dei contro terzisti in convenzione, pulizia dei passaggi pedonali principali e accessi alle strutture pubbliche come asili scuole, farmacie, stazione F.S., ecc. ecc.

L’IDRA ha messo a disposizione dell’Ufficio Tecnico Comunale e del Corpo di polizia Municipale Reno Galliera i propri Volontari per un totale di 90 ore, con l’ausilio di n°2 fuoristrada, n° 1 rimorchio, e… tanti badili da neve.

_________________________________________________


18 Ottobre 2011

Emergenza Viabilità
Un autoarticolato nel primo pomeriggio del 18 Ottobre è uscito dalla sede stradale in via Bassa presso il comune di Pieve di Cento ai confini del territorio di San Pietro in Casale, mentre il rimorchio occupava la sede stradale stessa, le operazioni di rimozione del TIR sono durate fino a tarda serata. E' stato richiesto da parte del corpo di Polizia Municipale Reno-Galliera l'intervento dell'IDRA con una squadra di Volontari per illuminare l'area interessata dalle operazioni di rimozione


6 Agosto 2011

Emergenza ambientale a San Pietro in Casale: prende fuoco un camion carico di rifiuti pericolosi

Un autoarticolato, che percorreva l'autostrada A13 Bologna- Padova carico di rifiuti speciali pericolosi provenienti dalle fonderie Ilva di Taranto, è uscito al casello di Altedo a causa di un incendio a bordo.

6 agosto 2011 -  Tutto ha avuto inizio nel primo pomeriggio di ieri quando l’autista di un autoarticolato, che percorreva l’autostrada A13 Bologna- Padova, carico di rifiuti speciali pericolosi provenienti dalle fonderie Ilva  di Taranto e diretto presso una ditta del nord Italia dove tali rifiuti vengono smaltiti,  si è accorto che usciva fumo dal suo rimorchio.
L’autista con prontezza di spirito, per non creare disagi sull’autostrada estremamente trafficata in questo week end di esodo, è uscito al casello di Altedo e ha trovato un piazzale sicuro ove fermarsi  nella vicina via Ca’ Bianca nel Comune di San Pietro in Casale. Altri due camion di colleghi carichi dei medesimi rifiuti, lo hanno seguito per coadiuvarlo. Due squadre dei Vigili del Fuoco del locale distaccamento di San Pietro in Casale, sono prontamente intervenute e hanno iniziato le operazioni di spegnimento che si sono rilevate lunghe e difficoltose per la particolare tipologia del materiale; intervenivano sul posto anche diverse pattuglie del Corpo Polizia Municipale Reno-Galliera che provvedevano a circoscrivere la zona unitamente a personale di ARPA per la valutazione del possibile rischio ambientale .
Le operazioni di trasferimento del materiale pericoloso e la bonifica della zona interessata, eseguita da una ditta specializzata, proseguivano fino a notte inoltrata; si rilevava particolarmente prezioso l’ausilio di alcune squadre dei Volontari dell’Associazione di Protezione Civile di San Pietro in Casale coordinate dal Servizio Intercomunale di Protezione Civile dell’Unione Reno Galliera recentemente istituito.
Si è evitato così, grazie al pronto intervento di tutte le forze di soccorso, quello che poteva essere un grave inquinamento ambientale e solo tanto spavento ed alcuni disagi alla circolazione, sono state le uniche conseguenze.


15 aprile 2011,

Galliera (BO): incendio in un appartamento, evacuate 40 persone

Una donna di 54 anni è rimasta ustionata nell’incendio scoppiato la scorsa notte nel suo appartamento a Galliera, nel Bolognese. Le fiamme hanno anche reso necessaria l’evacuazione di una quarantina di persone dall’edificio, una palazzina Acer in via Cavallini. Il rogo è divampato verso l’1.30, per cause non ancora chiarite, in un’abitazione al terzo piano. Per spegnerlo sono intervenute varie squadre dei vigili del fuoco, da San Pietro in Casale, Cento (Ferrara) e Bologna, oltre ai carabinieri. Nell’ appartamento vive una 54enne originaria del Ferrarese, che ha riportato ustioni di secondo grado al volto, al collo ed alle mani. Un’ambulanza del 118 l’ha trasportata all’ospedale Maggiore di Bologna, dove è stata ricoverata, ma non è in pericolo di vita. Durante le operazioni di spegnimento sono stati sgomberati tutti i 38 residenti nello stabile, costituito da 12 appartamenti, quattro dei quali sono stati poi dichiarati inagibili; 26 persone hanno potuto far rientro in casa alle prime ore del mattino, mentre gli altri hanno trovato ospitalità presso i servizi sociali del Comune e la parrocchia. Carabinieri e vigili del fuoco hanno avviato indagini per ricostruire cause e dinamica dell’incendio.
(ANSA)



 
Copyright © 2011 IDRA Associazione volontari protezione Civile. Tutti i diritti riservati.
  Site Map